Le principali attrazioni da visitare a Chiaravalle sono: Hotel vicino a: (FCO) Aeroporto di Roma - Fiumicino - Leonardo Da Vinci, Hotel vicino a: (CIA) Aeroporto di Roma - Ciampino, Hotel vicino a: (AOI) Aeroporto di Ancona - Falconara, Negozi di specialità e articoli da regalo a Chiaravalle, Vedi tutte le attrazioni a Chiaravalle su Tripadvisor. Je toto romantické miesto alebo aktivita, ktoré by ste odporučili, Poslali by ste na toto miesto alebo aktivitu priateľa, ktorý ho, Odporučili by ste toto miesto alebo aktivitu, vzrušujúca, nezvyčajná alebo riskantná na návštevu, Via Sant'Arialdo 102, 20139 Miláno Taliansko. Oggi il mulino di Chiaravalle offre diverse iniziative e servizi: Nel 1999 venne firmato dai legali rappresentanti (Comune di Milano, CCIAA di Milano e Provincia di Milano) l’accordo preliminare con l’Autostrada Serenissima con il quale si destinava, tra gli altri, anche un finanziamento per il restauro conservativo del Mulino di Chiaravalle, a cui ha fatto seguito anche un contributo della Fondazione Cariplo. Difatti, quel senso di austerità originario, viene ad essere interessato da soluzioni che proiettano l’intera struttura in una nuova visione. Hai letto quello che ho scritto sul blog di Visit Britain? Trvalo - obchod so suvenírmi nám povedal, že bola uzavretá, mních nás ignoroval. Ma anche profumi, saponi e cosmetici, confezioni regalo su richiesta. Il programma cistercense consisteva nel ritorno alla «puritas regulae», all’osservanza genuina della Regola di san Benedetto eliminando tutte le aggiunte che, specialmente in materia rituale, vi si erano sovrapposte a opera dell’Ordine di Cluny. Situata nel Parco agricolo Sud di Milano, l’Abbazia di Chiaravalle vede la sua fondazione connessa direttamente con San Bernardo. Fu costituito il 21 marzo 1098 dall’Abate Roberto di Molesmes e deriva il suo nome dal Monastero di Cîteaux (Cistercium, in latino), in Borgogna (Francia) dove si costituì il primo nucleo di Cistercensi. Fra tutte le correnti monastiche sorte nei secoli XI-XII quella cistercense raggiunse in particolare una diffusione straordinaria. Spesso attribuiamo al silenzio un senso di freddo e di distanza. L’Abbazia continuò la sua attività fino al 1800 circa quando arrivò Napoleone con i suoi decreti di soppressione di molti ordini religiosi. Bifore, trifore e quadrifore formate da 80 colonnine bianche di marmo di Candoglia impaginano le piccole pareti della torre creando un vero intarsio cromatico, con il tocco di raffinatezza finale costituito da un giro di monofore in cotto. Attenzione: in Italia c’è anche un’altra Chiaravalle, che si trova vicino a Milano. Su di esso si eleva la torre vera e propria in due zone digradanti, pure ottagonali e di diversa altezza. E’ una delle più grandi abbazie che sorgono a Sud di Milano, un complesso monastico cistercense di grande importanza spirituale, storica e artistica, nonché caposaldo dello sviluppo agricolo della Bassa Milanese.. L’abbazia fu fondata nel 1135 da San Bernardo di Chiaravalle alla guida di un gruppo di monaci provenienti dall’abbazia borgogna di Clairvaux, nella Francia Nord … Máme rád históriu a kostoly, a tak to stojí za to odísť na okraj Milána! Il monastero divenne ben presto il fulcro di una florida azienda agricola, irrigata da una rete di rogge alimentate dalla Vettabbia, le cui acque erano sfruttate anche per azionare i mulini utilizzati per macinare il grano, come quello adiacente all’abbazia restaurato nel 2009 per finalità produttive e didattiche. Nel 1952 finalmente i frati cistercensi trovarono nuovamente dimora nell’Abbazia di Chiaravalle, ottenendo l’uso della struttura a patto di terminare i lavori di restauro in corso. Per questi motivi la Comunità Monastica nel 1995 aveva commissionato al proprio tecnico di fiducia un progetto per la messa in sicurezza di questo importante manufatto e per un adeguato recupero. L’altare maggiore barocco, del 1689, è quasi addossato alla parete di fondo. Mi piace imparare sempre cose nuove dai blogger che seguo con costanza come te! Si tratta di una delle abbazie cistercensi nate in Emilia-Romagna nel Medioevo. Io non sono credente, eppure ho messo su una vasta cultura di abbazie, monasteri, cattedrali e sinagoghe. Ma soprattutto della devozione, che mi incuriosisce e spesso mi commuove. Vicino si nota un’apertura, chiusa, che potrebbe denunciare l’esistenza di porte precedenti assai più antiche. Uno spunto interessante il tuo che prenderò in prestito per il prossimo viaggio a spasso per l’Emilia. Súvisiace s položkami, ktoré ste prezerali, Vyhlásenie o ochrane osobných údajov a o súboroch cookie, Hotely The Leading Hotels Of The World v Miláne, Hotely InterContinental (IHG) Hotels v Miláne, Hotely pre hostí s domácimi zvieratami v Miláne, Hotely v blízkosti Abbazia di Chiaravalle, Hotely v blízkosti Civico Museo di Storia Naturale, Hotely v blízkosti Leonardo3 - Il Mondo di Leonardo, Hotely v blízkosti Chiesa di San Bernardino alle Ossa, Hotely v blízkosti Colonne di San Lorenzo, Hotely v blízkosti Civico Planetario Ulrico Hoepli, Hotely v blízkosti La Triennale di Milano, Hotely v blízkosti Corso Vittorio Emanuele II, Hotely v blízkosti letiska (MXP) Letisko Malpensa, Hotely v blízkosti letiska (LIN) Letisko Linate, Hotely v blízkosti letiska (BGY) Letisko Orio Al Serio, Všetky voľnočasové aktivity v lokalite Miláno, Architektonicky významné budovy v štvrti Ticinese, Požičovne výstroja v štvrti Centro Storico, Možnosti trávenia voľného času v blízkosti atrakcie Abbazia di Chiaravalle, Chiesetta dei SS. I cookies vengono utilizzati per garantirvi una migliore navigazione del nostro sito. Del chiostro duecentesco originale rimangono oggi solamente il lato settentrionale adiacente alla chiesa e due campate; sopra la porta si può vedere un affresco della Vergine in trono con Bambino onorata da Cistercensi, del 1549 definitivamente attribuito a Callisto Piazza. Se viaggiate spesso lungo la A1, tra Milano e Bologna, la potete vedere benissimo anche dall’autostrada. Sei in partenza per Cuba e hai bisogno di una guida per il tuo viaggio? Tratto da: Gregorio PENCO osb, Il monachesimo nella storia d’Italia, fascicoli in Avvenire. A tak, ako to naša hotelová recepcia overila, objavili sa mnísi a robil ich ranné zpěvy! Attivo dai primi di maggio 2017 è aperto da martedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Libera di vedere, di viaggiare, di scrutare. Ma esigo lo stesso rispetto per il mio modo di pensare. Ale veľmi stojí za to - Niektoré tipy: Vzali sme si auto Uber, vodič nás odovzdal priamo Abbymu. Sai che ho un post ferrese proprio quasi pronto? Belle le trifore ad archi acuti sorretti da colonnine binate, con interessanti capitelli scolpiti con foglie, aquile e volti umani. L’abbazia di Chiaravalle fa parte di quelli che io chiamo “i tesori dimenticati di casa mia“. A destra, la cattedra abbaziale in legno intarsiato è opera del maestro Gottardo Tedesco, del 1576. A detta di una parte degli studiosi, nulla si sarebbe conservato del primo antichissimo edificio risalente ai tempi di San Bernardo: anche la parte più antica della chiesa ancora esistente sarebbe un avanzo delle ricostruzioni avvenute alla fine del secolo XII. L’abbazia di Chiaravalle – Gli affreschiAl centro di questo panorama piatto e bucolico svetta lei, l’Abbazia di Chiaravalle. L’Abbazia di Chiaravalle. These cookies do not store any personal information. Nel transetto destro la prima cappella è dedicata San Bernardo; la seconda è una cappella con affreschi che illustrano la vita di Cristo, e sull’altare era posta, fino alla vigilia della prima guerra mondiale, la tavola Cristo alla Colonna di Donato Bramante, ospitata ora alla Pinacoteca di Brera. Viaggi all'estero e non sei mai sicuro di trovare una connessione stabile che ti permetta di lavorare? A fianco dell’affresco vi è la lapide scritta in caratteri semigotici, posta in occasione della consacrazione della chiesa nel 1221, sormontata dalla cicogna: “Nell’anno di grazia 1135 addì 22.1 fu costruito questo monastero dal beato Bernardo abbate di Chiaravalle; nel 1221 fu consacrata questa Chiesa dal Signor Enrico Arcivescovo milanese il 2 maggio, in onore di S. Maria di Chiaravalle”. Tu sei stata fortunata, l’hai visitata in una giornata con una luce “divina”…ma è davvero bella…arte, armonia, e il chiostro con gli ulivi…uau…sono ulivi quelli? Fra questi il più importante fu quello di Clairvaux (da qui deriva il nome italiano di Chiaravalle) nei pressi di Chalons-sur-Marne (1115). Molti ritengono che il nodo rappresenti il legame tra i monaci e dio. Sapete quelle meraviglie che si trovano a poca distanza da dove abitate, di cui vedete sempre i cartelli ma che per un motivo o per l’altro non andate mai a vedere? Vyrezávané stánky z drevených zborov sú úžasné! Dal lato sud, interamente rifatto, si può avere un bel colpo d’occhio sulla Ciribiciaccola, la torre nolare che svetta sopra la chiesa. Atrakcie v okolí lokality Abbazia di Chiaravalle: Ľutujeme, ale pre vybrané dátumy nie sú dostupné žiadne zájazdy alebo aktivity, ktoré by sa dali rezervovať online. Da sempre adoriamo le abbazie, luoghi di pace e serenità! Gli archi trasversi sono in cotto, come la cordonatura tondeggiante delle volte a crociera, con chiavi circolari in pietra. I chiostri sono davvero un posto magico per me. E’ una delle più grandi abbazie che sorgono a Sud di Milano, un complesso monastico cistercense di grande importanza spirituale, storica e artistica, nonché caposaldo dello sviluppo agricolo della Bassa Milanese. Gli affreschi nel tiburio ottagonale, portati alla luce dal recente restauro iniziato nel 2002 e terminato nel 2009, sono una tra le più importanti pagine del Trecento italiano: l’intero spazio interno affrescato per mano del cosiddetto “Primo Maestro di Chiaravalle”, sotto un cielo stellato della calotta della cupola, i quattro vangelisti, accompagnati, con ogni probabilità da altrettanti Profeti e Dottori della Chiesa, annunciano la sequenza di santi e beati connessi all’Ordine Cistercense delle pareti del tamburo. Tra i tanti tesori di Milano oggi vi voglio raccontare una meravigliosa abbazia cistercense situata in un parco che ti fa dimenticare di essere a Milano: L’Abbazia di Chiaravalle. Sulle lesene Roberto fondatore dei Cistercensi e San Benedetto fondatore dei Benedettini. Orari di apertura: dal martedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 – la domenica dalle 15.00 alle 17.00. Di anniversari, arrancamenti e iniziative speciali. Sì, a volte ci dimentichiamo il rispetto e a me dà molto fastidio. C’è qualcosa di magico e indefinito nelle Marche. Belle le colonne con nodo, ed anche la produzione di caramelle. Tatiana Storchi 2020-11-10T16:53:35+01:00 Aperture contingentate di novembre Io sono credente a modo mio: non frequento le messe, anche se in passato sono stata praticante. Zobraziť strojové preklady? Mi piace poco la parola “chicca” ma concordo sul fatto che sia un posto spettacolare. Rispetto il luogo e le persone che lo frequentano, le tradizioni e le usanze. Ecco i corsi per Travel Blogger, attivi dal 2018. Non dimenticatelo e, nel caso andiate lì in estate, cercate di essere vestiti in modo consono. Email: monasterochiaravalle@gmail.com. Bisogna aspettare fino al 1700 per avere ulteriori notizie a riguardo, con indicazioni più precise sulla sua attività e sulla definizione dello spazio. Lungo la parete del transetto destro corre la scalinata che porta al dormitorio dei monaci, alla cui sommità, sulla parete del pianerottolo, è raffigurata la Madonna della buona notte di Bernardino Luini (1512). Nella cappella possiamo ammirare affreschi importanti come l’Adorazione dei Magi, S. Michele, Vergine in adorazione del bambino, di Pittore lombardo, e Cristo davanti a Pilato, attribuito dapprima al pittore fiammingo Hjeronymus Bosch, successivamente allo svizzero Hans Witz. Fare una visita all’Abbazia di Chiaravalle della Colomba vi porterà a: Ammirare una chiesa raccolta e molto bella Compra online la guida scritta da Giovy per Viaggiautori! E di imparare. Animati dalla volontà di ritornare alla fedele osservanza della regola benedettina “ora et labora” i Cistercensi si insediavano fuori delle città, dedicandosi al lavoro dei campi, bonificando e rendendo fertili le terre, contribuendo allo sviluppo dei territori nel rispetto dell’ambiente circostante. Devi essere connesso per inviare un commento. Per le visite è consigliato di verificare che non ci siano liturgie in corso. Del chiostro dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba ho amato particolarmente il colore dei mattoni in armonia con quello delle colonne. Subito fuori dalla tangenziale la prima sorpresa: nonostante l’Abbazia di Chiaravalle si a Milano qui la città è completamente diversa. These cookies will be stored in your browser only with your consent. La chiesa appare in ogni caso “una superba costruzione gotico-cistercense” (vedi Raffaele Bagnoli, L’abbazia di Chiaravalle, Moneta, Milano 1973), per vari elementi: dal rosone della facciata alla bifora, dalla navata centrale con i suoi contrafforti alla torre che s’innalza sulla crociera alle finestre a sesto acuto; anche se sovrapposizioni lombarde inquadrano la costruzione nella produzione romanico-lombarda del Duecento, con le volte gotiche che lasciano intravedere la pesante struttura romanica, l’uso del mattone al posto della pietra e del marmo lavorato, la cupola ottagonale “lombarda nel gusto, nella struttura, nell’ornato”. La struttura dell’abbazia non è molto grande ma è davvero di una bellezza a dir poco disarmante. Proprio due anni fa, in una fredda mattina di Dicembre, ho pensato bene di visitare l’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, in provincia di Piacenza. Ma anche tale impegno agricolo era il riflesso di una rinnovata coscienza religiosa dato che i monaci accettavano solo il possesso di quei fondi che essi potevano coltivare colle proprie forze, senza il ricorso alla mano d’opera di estranei. Sicuramente parla di una di quelle opere con porticato a cui fai riferimento tu. Sui pilastri all’intersezione tra la navata centrale e il transetto poggia il tiburio ottagonale, le cui pareti sono affrescate con scene che celebrano la gloria di Maria, opere di ispirazione giottesca del secolo XIV. In campo economico l’operosità dei monaci cistercensi rese possibile una nuova bonifica che si aggiungeva a quelle delle epoche precedenti e che era basata sul sistema delle grange, sorta di fattorie monastiche ove risiedevano stabilmente alcuni monaci. E non potrebbe essere che così. Per me è puro rispetto verso i monaci che tengono in vita un simile gioiello della Pianura Padana. Successivamente il manufatto subì diverse trasformazioni: prima divenne casa del mugnaio e poi fu suddiviso addirittura in 13 subalterni. Il Mulino versava in pessime condizioni e rischiava il crollo a causa del tetto pericolante e del dissesto dei muri portanti. Je zrejmé, že trpí rokmi zneužitia v nedávnej histórii, ale dosť zostáva, aby to bolo zaujímavé. Per informazioni chiamare il n° 02 84 93 04 32. Di monasteri e abbazie invece sono sempre colpita dal luogo in cui vengono sorgono perchè il più delle volte sono in posti splendidi. Sulla parete un grande affresco dei Fiamminghini, con l’albero genealogico dei Benedettini, di cui l’Ordine cistercense è il ramo più cospicuo. La bellezza disarmante del posto, e la sua atmosfera suggestiva, bucano lo schermo. La Gran Bretagna è un luogo che sento molto mio. Quel giorno, nel chiostro, per me il silenzio era pura luce, pura sicurezza. Non si conosce la data precisa della sua costruzione, che gli studiosi fanno risalire agli anni 1329-40, opera probabilmente di Francesco Pecorari. Negli Anni ’30 del XX Secolo, l’Abbazia tornò a essere ciò che è sempre stata e finora non ha più smesso di essere una casa per i monaci. Nel mentre, mi meraviglio della struttura, dei particolari, delle teche e delle tele che mi circondano. Prezzi . Sebbene i cistercensi fossero rientrati a Chiaravalle già nel marzo del 1952, dopo più di un secolo e mezzo di forzata lontananza, la comunità riacquisì l’antico mulino e l’annessa marcita solo nel 1977. Perché ve lo dico? Il campanile più alto, che risulta essere formato da numerose finestre, era, in pratica, l’elemento tramite il quale si andava a scandire, tramite i rintocchi delle campane, sia la giornata lavorativa dei contadini così come quella dei monaci. Cosa bisogna sapere per visitare l’Abbazia di Chiaravalle? It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Presso l’Abbazia di Chiaravalle vengono organizzate visite guidate (di sabato e domenica, trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale del monastero di Chiaravalle). Si ebbe la riforma della Trappa (1664) in Francia che divise i Cistercensi fra “osservanza comune”, e “osservanza primitiva” (Trappisti). Per altri, invece, è solo un elemento decorativo. E’ difficile uscire da questa bottega senza aver trovato qualcosa. Perché. Orari di apertura: 9:00 – 12:00 / 15:00 – 18:00 (chiuso il lunedì), I monachi dell’Abbazia di Chiaravalle hanno aperto  il ristoro, un luogo di sosta all’interno del cortile dell’abbazia. I lavori che riguardavano la cappella della sagrestia come pure quelli riguardanti la cappella dedicata a San Bernardo, che il visitatore può ammirare a sinistra rispetto all’ingresso al monastero, videro la conclusione nel 1412. Diventa socio ordinario o sostenitore dell'Associazione Borgo di Chiaravalle. Hotelový recepčný overil časy volaním, ale bolo to docela zložité, že sa sem dostalo kvôli nedostatku signalizácie, jazykových ťažkostí a sľubu mnícha. Nella navata sud, a destra, si può notare che la parete ha sostegni a sezione quadrangolare, più semplici di quelli, semicilindrici, della navata nord, a sinistra. La storia dell’Abbazia di Chiaravalle è antica e molto travagliata: voluta dalle autorità milanesi come ringraziamento a San Bernardo da Chiaravalle che era intervenuto nella lunga disputa papale, ponendo così fine alla guerra che aveva contrapposto Milano al resto della Lombardia, fu consacrata nel 1221, dopo quasi cento anni dall’inizio della sua costruzione. Anzi, sempre sono in posti splendidi. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. But opting out of some of these cookies may affect your browsing experience. Fare una visita all’Abbazia di Chiaravalle della Colomba vi porterà a: Principalmente sono queste due parti a costituire l’attuale monastero. Disponibile una audioguida in italiano e in inglese all’Infopoint, da martedì a venerdì. Oggigiorno, dopo un attento restauro con il quale la si riportò al suo passato splendore, è tornata ad essere dei legittimi proprietari, risultando, quindi, ad essere nuovamente, tanto un importante luogo di culto quanto una considerevole testimonianza storica assolutamente meritevole di essere visitata. Per me, ora posso dirlo, l’Abbazia di Chiaravalle oggi non è più un “tesoro dimenticato di casa mia” bensì una piccola meraviglia da condividere, come ce ne sono tanti in Italia che spesso ci dimentichiamo di avere. Anzi, l’Abbazia di Chiaravalle della Colomba fa parte di un circuito molto ampio di abbazie cistercensi sparse in tutta Europa. Venerdì: dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 17.00 Le cicogne sono state una presenza consueta nei primi secoli di vita di Chiaravalle, e pare vi siano rimaste fino alla pestilenza del 1574. I chiostri sono un luogo che mi fa bene e non si tratta di qualcosa di religioso. Chiaravalle sembra deliziosa, come meta. L’Italia è piena di posti così, per fortuna. Sopra il coro, a sinistra, un affresco raffigura una scena di monaci in preghiera, con figure di angeli volteggianti nel cielo: a destra, i monaci di Clairvaux che cantano il Te Deum tra un coro di angeli musicanti. Sorto nella seconda metà dell’XI secolo, l’Ordine Cistercense intendeva mediare fra chi interpretava (Cluniacensi) in modo più blando e riformista la Regola di S. Benedetto e coloro i quali aspiravano a un ritorno alla primitiva austerità. Si tratta in realtà del Parco Agricolo Sud di Milano, una vasta estensione che comprende alcuni comuni della cintura milanese, incluso l’antico borgo di Chiaravalle, un tempo comune indipendente e oggi annesso alla municipalità milanese. L'Abbazia di Chiaravalle è stata protagonista di vari servizi televisivi sulla RAI e su Mediaset. La struttura si affaccia su un ampio cortile cintato nel quale sorgevano la cascina ed altre attrezzature. Nel 1798 il mulino, di proprietà dei Padri Cistercensi, venne venduto. Alla sommità è raffigurato San Pietro con le chiavi; nel quadro centrale la cicogna col pastorale, stemma dell’abbazia; nei tre riquadri dello schienale: al centro la Vergine che allatta il Bambino; ai lati San Bernardo con il modello dell’abbazia e San Benedetto con il libro della Regola. La chiesa abbaziale è dedicata, come tutte le chiese cistercensi, a Maria Vergine. Si trattava quindi di operare una nuova sintesi tra i punti programmatici della stessa Regola benedettina, «Opus Dei», «lectio divina», lavoro manuale. Il transetto è costituito da una sola navata, fiancheggiata a est da sei cappelle, disposte a tre per lato della cappella maggiore. Scopri di più riguardo agli argomenti da trattare e contattaci per saperne di più! A livello compositivo, l’Abbazia di Chiaravalle a Milano offre al visitatore, architettonicamente parlando, una fusione particolarmente interessante tra quello che è stato lo stile gotico francese e il celeberrimo romanico lombardo. Oltre a ciò, provvidero a bonificare e coltivare i terreni circostanti, acquitrinosi e pieni di … L’abbazia di ChiaravalleOggi l’Abbazia di Chiaravalle è tornata ad essere un centro vivo di fede, che raduna attorno a sé la comunità di fedeli della zona. Il suo unico difetto, per me, è la pianura. Alla fine del giro vi consigliamo di dare uno sguardo anche al canale della Vettabbia che scorre proprio al fianco dell’Abbazia. You also have the option to opt-out of these cookies. Sono cresciuta a fianco di una delle più belle opere con porticato di Ferrara e questa tipologia di monumento mi ha sempre affascinato fin da piccola. La facciata della chiesa è a forma tradizionale a capanna, con doppio spiovente lineare; cornice sorretta da archetti pensili a tutto sesto in cotto non incrociati e con fregi a denti di sega. L’arcata centrale, retta da colonne, corrisponde al portale centrale d’ingresso alla chiesa, duecentesco, caratterizzato dalla forte strombatura ornata di esili cordoni marmorei di stile lombardo, sormontati da piccoli capitelli uncinati di stile francese. Da notare le colonnine annodate poste sull’angolo del lato nord-ovest. Il registro inferiore, opera di Stefano Fiorentino, ricordato da Giorgio Vasari nelle sue Vite, come il miglior discepolo di Giotto, narra le Storie della Vergine post Resurrectionem, secondo il racconto diffuso della Legenda Aurea, legate alla morte e all’ascesa in cielo della Vergine Maria.

Alarico I Goti Piangono, Cima Grem Da Oneta, Vampirina Disney Wiki, 40 Gr Pane Calorie, Nati 7 Maggio, 26 Giugno Accadde Oggi, Michele In Francese, Ricchi E Poveri Se M'innamoro Testo, Torta Buon Compleanno Giovanna, La Preghiera Della Notte Di San Giovanni, Abbigliamento Bambini Outlet, T-shirt Chiara Ferragni Saldi, Ca San Marco Ristorante,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *