Realizzata in alluminio fuso con un'alta percentuale di microgranuli di pietra, la teglia per pizza rotonda di Home permette una cottura della pizza molto simile a quella data dalla pietra refrattaria. Il risultato sarà una pizza molto morbida, con i bordi molto croccanti, quasi a sembrare fritti. Pro: il ferro blu è il materiale più consigliato per la cottura della pizza vista la sua capacità di immagazzinare grandi quantità di calore e rilasciarlo gradualmente. In questa guida valuteremo tutti le caratteristiche da tenere in considerazione e una classifica delle migliori teglie per pizza attualmente in commercio. Contro: gli utenti che l'hanno acquistato non hanno riscontrato difetti. Coprire con uno strato di pelati frullati e lasciate riposare per circa 20/30 minuti, condire con mozzarella, sale, origano, olio e infornare al massimo della potenza del forno per circa 6/7 minuti a metà altezza del forno. Fu così che la pizza al tegamino divenne sempre più rara. I 10 migliori libri di pasticceria: di seguito trovate una selezione di manuali che non possono mancare nelle librerie di chi ama improvvisare ricette e cimentarsi in cucina, ispirandosi ai più grandi maestri della pasticceria italiana e non solo. Per saperne di più leggi la nostra. Ballarini Professionale 3044.40 Teglia Rettangolare con Angoli Svasati, Ferro Blu, Nero, 40 cm, Master Class KCMCHB14 Teglia Rotonda Antiaderente per Pizza, Acciaio, Grigio, Pietra per pizza Hans Grill, pietra da cottura per forno e barbecue bbq con tavoletta in legno per cottura pizza |Set in legno resistente, spesso e originale, rettangolare, facile da maneggiare, Pentole Agnelli COAL49/340 Teglia Rettangolare Bassa, Alluminio, Grigio, 40 x 30 cm, CHG 9776-46 Teglia per Pizza, 2 Pezzi, Diametro Ca. Contro: la teglia ha una resistenza al calore che arriva fino ai 250° rendendole, quindi, poco adatte ad una cottura in forno a legna. La teglia per pizza in ferro blu di Paderno è ottima per la cottura della pizza oltre che per torte salate e focacce. Resistente alle alte temperature, la teglia misura 40×30 cm con bordi di 3 cm e può essere utilizzata anche per la cottura di altre pietanze. COPYRIGHT 2012-2020 IL MONDO DI ADRY by ADRIANA MANZO Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di ADRIANA MANZO, autrice del blog IL MONDO DI ADRY e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. La trama forata della teglia permette una cottura graduale ed uniforme della pizza. La pietra refrattaria, insieme al ferro blu, è il materiale più consigliato per la cottura della pizza grazie alla sua capacità di distribuire in maniera uniforme il calore. Grazie al macinapepe possiamo tritarli quando ci servono e così ci assicuriamo che conservino la loro freschezza ed il loro aroma. Ove non espressamente indicato, tutti i diritti di sfruttamento ed utilizzazione economica del materiale fotografico presente sul sito. NON autorizzo la pubblicazione dei testi e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta. Ottimo rapporto qualità prezzo, la teglia rotonda per pizza di Master Class è realizzata in ferro galvanizzato con rivestimento antiaderente a lunga durata, privo di BPA e PTFE. A questo punto, dare poi dei giri di pieghe. Iscriviti GRATIS per non perdere le mie ultime ricette e novità! Se le teglie vengono riposte impilate una sopra l'altra, è consigliabile inserite della carta da cucina o carta forno tra una teglia e l'altra per evitare graffi o urti accidentali. 5 gr. Pro: la base a griglia favorisce una cottura più graduale ed uniforme della pizza, evitando bruciature della base ed una poca cottura del condimento. Pro: cottura ottimale della pizza che risulta dorata e fragrante senza seccarsi. Completamente diversi, invece, sono i tempi di lievitazione. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Ti aspetto! Quando l’impasto sarà pronto stenderlo nei tegamini e aggiungere il pomodoro al centro ben sparso e lasciarlo lievitare almeno altre sei ore in frigorifero. Buon Appetito. Lavabile in lavastoviglie. La pizza al tegamino nasce grazie all’ ingegno di un pizzaiolo torinese che iniziò per caso a mettere, e cuocere, piccole dosi di impasto in appositi padellini. La pizza tegamino, detta anche pizza al padellino, è una specialità torinese, la cui particolarità è che viene cotta in una teglia di ferro o di alluminio oliata. Si tratta di una teglia rettangolare realizzata in ferro blu con angoli svasati. In primis è importante pulire le teglie subito dopo il loro utilizzo, così da evitare che residui si cibo si incrostino, costringendoci a "grattare". Le teglie per la pizza posso avere differenti strutture che possono influire sulla cottura della pizza. Il rivestimento antiaderente permette di utilizzare le teglie senza la necessità di oliarle e la presenza dei buchi sul fondo rendono la cottura uniforme e croccante. Questa teglia per pizza rettangolare è realizzata in lega d'alluminio, utilizzabili sia nel forno domestico che in quello a legno. Prima dell'utilizzo, è necessario eseguire la "bruciatura", un trattamento che aiuta sia ad eliminare gli oli industriali utilizzati per proteggere la teglia dall'ossidazione sia per creare una patina antiaderente che evita che l'impasto si attacchi ai bordi o al fondo. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Agnelli è un brand italiano che produce ottimi strumenti per pizzerie e pasticceria ed è fornitore ufficiale della Nazionale Italiana Cuochi. 28 Cm, in Nuova qualità Professionale, Resistente al Calore Fino A 250 Gradi, Home Stone Stampo Pizza Tondo, Antiaderente, Pietra, Antracite, 32 cm, Guardini Pizza&Mania, Set 4 Tegami Pizza Ø32cm+1 Griglia Porta Tegami, Acciaio con rivestimento antiaderente, Colore nero, PADERNO 11744-32 Teglia Pizza Pesante, in Ferro, 32 cm, Blu, De Buyer 7350.31 - Griglia per cottura pizza, in alluminio, 31 cm, LE CREUSET Teglia per Pizza Antiaderente, Ø 33 cm, Fori di Aerazione, PFOA Free, Resistente alle Sostanze Acide, Finitura in Acciaio al Carbonio, Antracite/Arancio, I migliori macinapepe 2020: classifica e recensioni. Dimensioni di 38×30 cm ed uno spessore di 1,5 cm, la pietra può essere utilizzata anche sul barbecue per la cottura della carne. Contro: è importante riuscire a gestire al meglio il tempo di cottura per evitare che la pizza si secchi eccessivamente. 210 ml. La pizza torinese al tegamino: la si può gustare in moltissime pizzerie del capoluogo piemontese, particolarità: alta soffice e buonissima. Disponibili anche in altre dimensioni. Pertanto i bordi della pizza diventeranno sempre più morbidi e la base sarà più croccante. Help desk servizioclienti[@]proiezionidiborsa.com, ©2007-2020 ProiezionidiBorsa S.r.l - P.IVA 04608050656 |, La pizza al tegamino, ecco la ricetta originale, ProiezionidiBorsa.it usa cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico. Il pizzaiolo fece, così, una scoperta in modo casuale: la pizza diventava più croccante sul fondo e ai bordi e più alta. La prima teglia per pizza che vi proponiamo è questa di Ballarini Professionale. Quando la prendi, queste teglie sono di un colore gialli, deve riscalda-la fino que si trovi nero/blu, chiede informazione nelle aziende che ti vende e loro ti dicono come procedere. Se ancora non lo avete fatto iscrivetevi al mio canale YouTube Il mondo di Adry per non perdervi le mie VIDEO RICETTE! Quindi coprire e lasciare lievitare per sei ore. Trascorso il tempo della prima lievitazione incorporare al panetto la farina e l’acqua rimanenti insieme all’olio ed al sale. INGREDIENTI PER LA PIZZA TORINESE AL TEGAMINO. Le teglie vanno lavate con detergenti delicati evitando l'utilizzo di spugnette abrasive che rischiano di rovinarne lo strato antiaderente. Provare per credere. È qui che è nata l’idea di cuocere l’impasto per pizza al forno ma all’interno di un padellino monoporzione. Se ti piacciono le mie ricette e vuoi seguire il mio blog vieni a trovarmi sulla mia fan page di Facebook!Basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e per chiedermi qualunque chiarimento!!!! Coprire con uno strato di pelati frullati e lasciate riposare. Prima dell'acquisto, però, è importante valutare il materiale della teglia per pizza, che può essere in acciaio, leghe metalliche, ferro o anche silicone, e la struttura, forata, rotonda o rettangolare. Contro: il supporto in acciaio per le teglie non è molto stabile e gli utenti consigliano di fare attenzione quando si inseriscono o si tolgono le teglie. Oppure iscriviti senza commentare. La pizza al tegamino (o padellino) è una specialità che potrete gustare in molti locali di Torino. A questo punto, dare poi dei giri di pieghe. Al termine della lievitazione aggiungere la mozzarella, o altri ingredienti con cui si desidera farcirla, e cuocere in forno molto caldo per quindici minuti. Riprendere le palline, lasciare mezz’ora a temperatura ambiente e stendere, a mano, picchettando coi polpastrelli e non tirando l’impasto per non far uscire l’aria, nei padellini leggermente unti. Quante calorie ha una pizza margherita e le altre? Contiene più acqua e una lievitazione più lunga fatta fare negli appositi padellini e in frigo, questo fa si che la pizza al padellino si presenti soffice spessa e croccante al tempo stesso. La teglia, infatti, non deve essere troppo spessa se si desidera che la pizza sia fragrante al punto giusto e non molliccia. Dalla forma, che può essere rotonda o rettangolare, alla presenza o meno di fori sul fondo fino all'altezza dei bordi, è importante valutare ogni aspetto in base al risultato che si vuole ottere: Impastare brevemente con un cucchiaio e poi aggiungere sale e olio. Sale e pepe sono gli ingredienti base per arricchire i nostri piatti. Pro: il rivestimento antiaderente è ottimale. Coprire con un panno e lasciar riposare circa 15 minuti a temperatura ambiente, poi riprendere l’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia infarinata, infarinarlo leggermente e picchiettare l’impasto con i polpastrelli, per formare una sorta di rettangolo. Il vantaggio di questa tipologia di teglia sta nel fatto che la base della pizza non è direttamente in contatto con una superficie calda, favorendo una cottura simultanea sia della base che del condimento della pizza. Poi cominciarono ad aprire le pizzerie “al mattone”, con la pizza napoletana che era grande e sottile, ed aveva la fama di essere “la vera pizza”. Dopodichè tagliare in due parti uguali l’impasto: si otterranno due palline di circa 160 gr l’una. Ferro, alluminio e acciaio sono quelli più diffusi, ognuno dei quali ha dei vantaggi e degli svantaggi: Le teglie per la pizza posso avere differenti strutture che possono influire sulla cottura della pizza. Pro: ottimale rivestimento antiaderente che non perde la sua efficacia nemmeno dopo numerosi utilizzi. Il rivestimento antiaderente in acciaio al carbonio è molto pratico e permette di utilizzare la teglia senza necessità di oliarla. La pizza al tegamino nasce grazie all’ ingegno di un pizzaiolo torinese che iniziò per caso a mettere, e cuocere, piccole dosi di impasto in appositi padellini. La pizza scivola via senza alcuna difficoltà e senza lasciare residui sulla teglia. Per evitare di rovinare il rivestimento antiaderente, è consigliabile non lavare le teglie in lavastoviglie e senza spugne abrasive. Contro: la pizza avrà bisogno di più tempo per essere pronta ma la pizza sarà cotta in maniera omogenea. Con un diametro di 32 cm, le teglie riescono a resistere ad alte temperature fino ai 230°. Grazie. Si tratta di una teglia rotonda con base forata a buchi stretti e con un rivestimento antiaderente in acciaio al carbonio PFOA free. Sebbene alcune teglie possano essere lavate in lavastoviglie, è sempre consigliato preferire metodi di pulizia più delicati. In passato, dal dopoguerra fino ai primi anni ’70, era quasi l’unica pizza che si potesse gustare a Torino. Contro: il trattamento della bruciatura può risultare un po' macchinoso ai meno esperti ma è necessario per permettere a ferro blu di cuocere in maniera ottimale ed omogenea la pizza. Pro: gli inserti in silicone rendono la teglia molto pratica, favorendo una presa sicura senza il rischio di ustioni. Contro: prima di utilizzarla, sarà necessario effettuare l'operazione di bruciatura indispensabile per questa tipologia di materiale. Le teglie per pizza in commercio, si parte da un diametro di 20 cm per le teglie rotonde, per arrivare ad un massimo di 32, per le teglie rettangolari, invece, la lunghezza può variare dai 20 ai 40 cm. Pro: lo spessore sottile delle teglie e le caratteristiche del materiale utilizzate aiutano a realizzare una cottura ottimale delle pizze. 400 gr. Una sola domanda: il diametro del padellini quanto deve essere? 189.26.104.211 Giusto, pirma de usarla per infornare tua pizza desve riscaldala, unta com um po di strutto o proprio senza niente (non usi olio per questo). Il set prevede un comodo supporto in acciaio che permette di infornare contemporaneamente fino a 4 pizze. La maggior parte delle teglie per pizza in commercio sono pensate per essere utilizzate sia nel classico forno di casa sia nel forno a legna, nel caso si abbia la fortuna di averne uno. Inoltre, tutto il materiale prelevato dovrà essere collegato chiaramente, tramite link diretto, al titolare dell’opera. Gli ingredienti della pasta sono simili a quelli della tradizionale pizza napoletana. Dalla forma, che può essere rotonda o rettangolare, alla presenza o meno di fori sul fondo fino all'altezza dei bordi, è importante valutare ogni aspetto in base al risultato che si vuole ottere: Per quanto riguarda le dimensioni, la scelta è abbastanza soggettiva in quanto dipende da quanto grandi vogliamo che siano le nostre pizze. Realizzato in acciaio Hi-Top con rivestimento antiaderente Skandia Xtreme Plus doppio strato, il set di 4 teglie per pizza di Guardini permettono una cottura uniforme ed una doratura perfetta delle pizze. In passato, dal dopoguerra fino ai primi anni ’70, era quasi l’unica pizza che si potesse gustare a Torino. Pro: il ferro blu è il materiale più consigliato per la cottura della pizza. La pizza al tegamino, da Torino con furore. Questo proposto da Hans Grill è un set per la cottura della pizza che comprende una pietra refrattaria rettangolare ed una comoda pala in legno. Essendo in ferro blu, la manutenzione dovrà essere attenta per evitare la comparsa della ruggire: la teglia dovrà essere lavata con acqua evitando l'utilizzo di spugne abrasive o della lavastoviglie. Le slow cooker sono perfette per cuocere i cibi in maniera precisa, perché lavorano a temperature basse e lentamente. La storia racconta che questa pizza sia nata da un pizzaiolo torinese che, per accelerare i tempi, preparava piccole teglie già condite da infornare al momento. Con un diametro di 32 cm ed uno spessore di appena 1 cm, questa teglia dona all'impasto la fragranza giusta ed una buona lievitazione dell'impasto lungo i bordi. Per due pizze. L'ultima teglia per pizza che vi proponiamo è questa di Le Creuset. Mescolare  per pochi istanti con le mani. Ricetta molto interessante. Molto semplice anche le operazioni di pulizia: i residui di cibo non si incrostano e vengono via facilmente. Capace di resistere ad alte temperatura, questa teglia a rete per la pizza può essere utilizzata sia nel forno di casa che nel forno a legna. SCOPRI L'OFFERTA SPECIALEAcquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale. di lievito di birra. Per la preparazione della pasta si parte sciogliendo il lievito di birra in poca acqua. Inoltre, la pietra non può subire sbalzi termici e, dopo l'utilizzo, è necessario aspettare che sia completamente fredda prima di toglierla dal forno. Ma quali sono le migliori teglie da forno per pizza e quali fattori dobbiamo valutare prima dell’acquisto? Realizzata in alluminio, è disponibile con un diametro di 31 cm o di 38 cm. Pro: la trama forata del fondo aiuta a dare alla base della pizza la giusta fragranza senza il rischio di bruciarla. Sia che si utilizzi un forno elettrico o un forno a legna, queste teglie favoriscono una cottura omogenea della pizza dandogli la giusta doratura. La cottura uniforme della pizza dipende principalmente dal materiale con il quale è realizzata la teglia. Chi desidera realizzare una pizza fatta in casa, al di là che si scelga di fare l'impasto da sé o si opti per una prodotto surgelato, utilizzare una buona teglia per pizza farà sicuramente la differenza. Lo spessore ideale è di circa 1 cm. Le teglie per pizza sono strumenti indispensabili per chi ama fare la pizza a casa. A meno che non decidiate di preparare una singola pizza al tegamino e quindi vi serva pochissima pasta, il consiglio utile è quello di dotarvi di un’impastatrice, non solo perché riduce lo sforzo fisico (non siamo degli scansafatiche eh) ma perché vi assicura una pasta senza difetti, omogenea e sempre uguale con gli … È disponibile in diversi diametri: da 20, 24, 28 e 32 cm. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Struttura. Lo spessore della teglia è un fattore da non sottovalutare, soprattutto nelle teglie prive di fori. Contro: resiste al calore fino a 240°, caratteristica che rende la teglia utilizzabile nei forni di casa ma non nei forni a legna. Non può essere lavata in lavastoviglie ma, dopo l'utilizzo, basterà risciacquarla con acqua tiepida. Il calore viene distribuito omogeneamente a tutto l'impasto grazie ai piccoli fori di areazione e la teglia è resistente alle sostanze acide e a temperature fino ai 240°. TORINO. di acqua a temperatura ambiente Scegliere la migliore teglia per pizza non è sempre semplice. Contro: la pietra refrattaria deve essere preriscaldate nel forno a temperature elevate. Poi cominciarono ad aprire le pizzerie “al mattone”, con la pizza napoletana che era grande e sottile, ed aveva la fama di essere “la vera pizza”. La manutenzione è estremamente semplice e la teglia può essere lavata in lavastoviglie. La pizza al tegamino (o padellino) è una specialità che potrete gustare in molti locali di Torino. Contro: non essendo antiaderente, sarà necessario oliare il fondo della teglia. di farina 00 più quella per la spianatoia. Copyright©all rights reserved.. Ciò significa che, prima di utilizzare qualsiasi contenuto presente su questo spazio, è obbligatorio chiedere, onde evitare la coatta rimozione del tutto. Pro: la lega d'alluminio utilizzata resiste ad alte temperature, caratteristica che rende questa teglia per pizza utilizzabile anche nei forni a legna. Oltre al forno, infatti, la teglia riveste un ruolo decisivo nel risultato finale della pizza fatta in casa, dando al nostro impasto un gusto identico a quello di una pizzeria o, al contrario, trasformarlo in un disastro. Stretta parente della pizza napoletana, la pizza al tegamino, conosciuta anche come pizza al padellino è per i torinesi una vera e propria istituzione. Infarinare la superficie, coprire con la pellicola  e mettere in frigo per circa 10/12 ore. Riprendere le palline, lasciare mezz’ora a temperatura ambiente e stendere, a mano, picchettando coi polpastrelli e non tirando l’impasto per non far uscire l’aria, nei padellini leggermente unti. L'altezza del bordo è di 3,5 cm e aiuta a contenere l'impasto durante tutta la fase di cottura, evitando che il condimento rischi di fuoriuscire sporcando il forno. La struttura di questo utensile è molto semplice ed il funzionamento intuitivo. Tra le più apprezzare teglie rotonde per pizza con fori piccoli ci sono queste di CHG. Si tratta di un set di 2 teglie dal diametro di 28 cm e realizzate in metallo con una capacità di resistere al calore fino ai 250°. La pala in legno è molto resistente, un aiuto indispensabile per riuscire a far scivolare la pizza sulla pietra. Il fondo presenta dei fori larghi che permette una migliore circolazione dell'aria calda favorendo così il processo di cottura. Unire il lievito con la metà della farina fino ad ottenere un composto senza grumi. Per qualunque tipologia di pizza, al tegamino o la mattone, propendiate ecco un vademecum di alcuni locali di Torino selezionati. La pizza al tegamino ha una storia antica. Infatti la ricetta originale della pizza al tegamino prevede una lievitazione fra le 12 e le 24 ore. Ecco, di seguito, gli ingredienti per sei persone: d) due cucchiai di olio extravergine di oliva; La pizza al tegamino, ecco la ricetta originale. https://imenudibenedetta.blogspot.com/2013/05/pizza-al-tegamino.html In questo articolo trovate una selezione delle migliori sul mercato al momento, confrontate per consumi, potenza, capacità del contenitore, praticità d'uso e tipologie di cottura consentite. Diametro di 33 cm. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale. I bordi hanno un'altezza di 1,2 cm per permettere all'impasto di lievitare senza però il rischio di fuoriuscite del condimento. Libri di pasticceria: i 10 migliori per pasticceri. Per mantenere intatte le buone qualità di una teglia per pizza e far si che durino a lungo è importante fare attenzione alla loro manutenzione e a come vengono pulite. Con un diametro di 32 cm, la teglia ha un rivestimento antiaderente in 6 strati PFOA free e NICKEL free. Molto pratica, i bordi laterali hanno dei comodi inserti in silicone per una presa sicura senza il rischio di scottature. La pizza al tegamino ha una storia antica. La pizza al tegamino, chiamata anche pizza al padellino, è una preparazione particolarmente amata a Torino. Abbiamo stilato una classifica dei migliori macinapepe con le loro caratteristiche principali e proprietà. Alcuni sono più approfonditi, altri meno, ma tutti possono rivelarsi un importante supporto. Ora che abbiamo visto quali sono i fattori da valutare nella scelta della teglia, passiamo alla classifica delle migliori teglie per pizza disponibili in commercio. Non è né la pizza e né il calzone ma un’alternativa gustosissima ovvero il rotolo di pizza, TradingView e iBroker: l’integrazione perfetta per il tuo trading. I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Cookist, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. Una volta pulite, le teglie, soprattutto quelle in ferro blu, devono essere riposte in ambienti asciutti per evitare che l'umidità favorisca la formazione di ruggine. Per ogni padellino,  occorrerà avere una dose di circa 160 gr di impasto, come sotto riportato: In una terrina mettere la farina e l’acqua sciolta con il lievito. Sono disponibili in acciaio, ceramica, vetro o legno e possono essere manuali o elettrici. Apri un sito e guadagna con Altervista - Disclaimer - Segnala abuso - Notifiche Push - Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario. Pur non avendo niente a che fare con la tradizionale pizza campana è una specialità che merita di essere mangiata. Per ottenere una cottura uniforme della pizza, è importante valutare bene il materiale con il quale è realizzata la teglia per pizza e la sua struttura. Clicca su Sì per ricevere gratis su Messenger nuovi contenuti. Coprire con un panno e lasciar riposare circa 15 minuti a temperatura ambiente, poi riprendere l’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia infarinata, infarinarlo leggermente e picchiettare l’impasto con i polpastrelli, per formare una sorta di rettangolo. per circa 20/30 minuti, condire con mozzarella, sale, origano, olio e infornare al massimo della potenza del forno per circa 6/7 minuti a metà altezza del forno. Utilizzabile sia nel forno elettrico che nel forno a legna, la teglia ha dimensioni di 40×30 cm ed un'altezza dei bordi di 3 cm. Durante il processo di cottura, l’impasto crescerà e si espanderà. Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.

Elenco Scuole Paritarie Calabria, Rimborso Senza Reso Sul Saldo Del Tuo Account Amazon, Lavoretti Per La Festa Dei Nonni, Anacoreta Che Viveva Su Una Colonna, Lorenzo Amoruso Stipendio, Fesa Di Tacchino Banco Salumi, Programmazione Sky Cinema Uno, Reddito Di Cittadinanza Spesa Online, Nati 15 Maggio Segno Zodiacale, Buon 13 Gennaio,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *