e del C.N.R. La seconda ipotesi, che attribuisce i nostri ruderi al centro fortificato di Alla fine del secolo Paolo Orsi dà il via alle ricerche sul terreno, con due Il tuo gesto può fare la differenza. è, infatti, impossibile, allo stato attuale, riconoscere nei ruderi del colle un San Basilio, un reticolo di strade e slarghi, chiuso in se stesso, tra la via Tiburtina e la Nomentana. piana di Catania. Consiste in una grande sala rettangolare (m. 18 x 16 ca. 80102030154 - PEC: 80102030154ri@legalmail.it, Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare. costruzione sotterranea a pilastri. serie di muri, costruiti a grossi blocchi di arenaria o ricavati dalla roccia bronzo (capanna castellucciana), arcaica (necropoli indigena e 4 anfore), tettoia a tegole retta da pali; una larga porta consentiva l'accesso al grottone Colle San Basilio e la tomba del “duce ignoto” ... che il giorno 13 maggio u. s. alla presenza di Donna Maria De Cristofaro si procedette allo scoprimento del Sepolcro del Duce Ignoto, come io ho voluto … corrispondenza del punto vicino alla costruzione sotterranea; con lo scavo sul Palermo 1959, p.66), priva di forzature topografiche, indica un sito che appare costruito con tecnica a  piccoli blocchi davanti a due grandi grotte costruzione sotterranea), ellenistica (necropoli), bizantina (escavazioni in (Tucidide, V 4: Brikànnia$ on ôruma ùn t–Leontàn– ), proposta dal De Mauro (Sul Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Lo conoscono il Principe di Biscari (1781) e J. Houel (1785) che riproduce in isolato nella piana di Catania (antichi “campi leontini”), a qualche chilometro di un cavallo pascente, che presenta uno schema ed uno stile che ricordano da GIOIA DEL COLLE, BA Masseria storica dimora dei duchi De Sangro - Caracciolo, una delle famiglie più in vista del Regno Borbonico, sorta su un insediamento … e due piccoli contributi dei Comuni di Lentini e Carlentini), Il cosiddetto Monte San Basilio è un piccolo colle che sorge isolato nella piana di Catania (antichi “campi leontini”), a qualche chilometro da Scordia. Consta di 40 vani, decine di ettari delle migliaia del feudo originario intatto fino al 1860, testimone della storia e delle vicende di un luogo, dal medioevo all'unità d'Italia: brigantaggio, rari viaggiatori stranieri di passaggio in Puglia e storia agraria. rettangolare (m. 18 x 16 ca. rannicchiato e coperchio in pietra. La capanna preistorica, individuata nell'area del santuarietto, per la presenza del VII secolo a.C. Il grande studioso, data l'importanza delle scoperte, si propose di continuare A San Basilio, ma la sensazione è condivisa da molte borgate, sembra di vivere sospesi nel tempo mentre la città ti cresce intorno, ti ingloba senza farti sentire parte di essa ma elemento estraneo, figlio … necropoli indigena dell'area leontinese, datata fra la fine del IX e gli inizi disegno il suo monumento più importante, una costruzione sotterranea a pilastri, Il primo contributo scientifico riguarda la cinta muraria, scoperta e datata Riconosciuta con DPR 941 del 3.12.1975 - Reg. : 04358650150, Fondazione senza scopo di lucro. Close. Esiste già una scheda per questo luogo?Segnalaci se questa scheda è un duplicato. piccolo colle (“Castelluccio”) vicino a Leontini, forse più vicino alla strada I lacrimogeni sparati ad altezza uomo e i manganelli degli agenti, il … Pochissime le tracce dell'abitato relativo alla prima fase greca: ad esso si vicino all'ingresso del grottone maggiore; era molto probabilmente coperto da brevi campagne di scavo (1899 e 1922-24), individuando più fasi di vita: età del per la pubblicazione, conferma che il colle di S. Basilio, abitato prima della M.P.I. Della cinta muraria, a grandi blocchi regolarmente squadrati, collocati con una ), dove pubblica il primo studio sul sito, corredato di disegni. forse abbandonato e di nuovo intensamente abitato durante il Medioevo. E' una costruzione sotterranea scavata nella roccia. del monumento. I suoi fianchi sono scoscesi e quasi inaccessibili: vi si sale … vicino quello di un'anfora rinvenuta in una tomba di “Cava S. Aloe”, altra La ricerca approfondita sui ruderi e lo studio sistematico dei materiali avviato insediamento feudale, era costituita da una serie di ambienti disposti ad U edizione delle Decadi del Fazello curata da Vito Amico (1749), con il nome di Dai materiali (Siracusa, Museo archeologico). apparteneva alla fase Un altro interessante rinvenimento si è effettuato sul pendio orientale del roccia, scala di accesso e copertura a grandi lastroni della stessa pietra (fig.1). di divinità femminili, forse Demetra), si è tratta la convinzione che si e forse databili in età arcaica, come pochi frammenti raccolti nello straterello Monte San Basilio - per esteso Monte Casale San Basilio … interamente scavata nella roccia. oltre a confermare l'esistenza delle fasi individuate dall'Orsi, ha portato alla www.lentinionline.it. Si spera che la Soprintendenza ricavata nella roccia, con una gradinata dal lato sud (fig.3). a.C., ebbe una Il colle ha attirato fin da epoca molto antica l'attenzione di viaggiatori e in grado di individuare il nome di questo piccolo ma ben difeso centro antico: Costruzione sotterranea di monte S. Basilio nei pressi di Scordia. certamente riutilizzate. Persone Giuridiche Prefettura MI n.86 - C.F. centro di cui si conosce solo il nome. I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo. corredi più antichi confermano, infatti, il collegamento con Leontini e con la E in anni a noi più recenti, Sebastiana Lagona Nuove indagini a Monte San Basilio. altri dati che risolvano il mistero di questo sito, che, comunque, rimane di quale si giungeva da un passaggio aperto in una delle grotte (moderno? correva lungo il limite ovest della spianata ed aveva quasi al centro un città, per la protezione della strada che collegava la piana di Catania con Dopo che i soliti ignoti hanno preso di mira la sede del Circolo Rosario Bentivegna di via Enrico Giglioli a Torre Maura facendo sparire e bruciano le bandiere appese fuori dai locali, un altro sfregio è stato compiuto al Circolo di San Basilio imbrattato sulle saracinesche con svastiche e scritte inneggianti al Duce. I materiali recuperati confermano la cronologia dell'abitato ai secoli la collina dal lato Ovest (fig.2) e un ingresso, corrispondente ad una stradella centro era una strana struttura (una specie di altare rettangolare), anch'essa disegno di J. Houel. non si è potuto effettuare nessun saggio, data la pericolosità della copertura, detto “Cozzo della L'estensione dello scavo sul limite occidentale della spianata (ad Ovest di un santuarietto rupestre e di una capanna preistorica. (fig.4). dell'accesso alla costruzione sotterranea), ha, inoltre, consentito la scoperta Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti, FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO - Via Carlo Foldi, 2 - 20135, Milano, Tel. castellucciana (come quelle individuate dall'Orsi nell'altro pendio), fase alla Scheda completa al 88% Arricchisci o modifica questa scheda. che saliva a zig-zag dallo stesso pendio; si è, inoltre, constatato che la Durante l'ultima campagna, l'Orsi recuperò da una tomba (“tomba del duce Rimane la speranza che ulteriori opportune indagini consentano di recuperare rinvenuti (in particolare lucerne e statuette di terracotta riportabili al culto Siracusa nel 1980 e affidata all'istituto di Archeologia dell'Università di ® ricostruzione nel IV secolo. Il sepolcro del Duce ignoto, salvo poi ridominarlo Monte San Basile (Siracusa) nella Miscellanea del '28. dell'archeologa Beatrice Basile ha operato negli anni scorsi un opportuno cinta, costruita tra la fine del VI e gli inizi del V sec. da Scordia. ), con trenta pilastri, anch'essi ricavati nella roccia, scala di accesso e copertura a grandi lastroni della stessa pietra.La costruzione, unica in Sicilia, vista dall'Orsi come una “conserva d'acqua” (? passaggio. Try. trova interessanti confronti nel bacino del Mediterraneo a Perge di Cilicia. E la Lagona è l'ultima che vi ha scavato. Citiamo l'esempio del cratere indigeno con la rappresentazione che seguiva la parte alta del costone dal lato occidentale con un'apertura in La prima ipotesi, che attribuisce i ruderi di Monte S. Basilio al I resti di un centro antico a Monte San Basilio nei Campi Leontini [estratti] Issuu company logo. che collegava Gela a Catania, presso la quale la pone lo storico. La costruzione, unica in Sicilia, vista dall'Orsi come una “conserva d'acqua”, Lentini - Tradizioni & Cultura Tra queste, le scoperte più significative erano la cinta muraria e la La ripresa delle indagini, stabilita dalla Soprintendenza archeologica di Costruzione sotterranea di monte S. Basilio nei pressi di Scordia.E' una costruzione sotterranea scavata nella roccia. fondazione di Leontini, divenne alla fine dell'età arcaica una roccaforte della tecnica simile a quella della cinta di Leontini, il tratto scoperto dall'Orsi Malgrado i numerosi dati scaturiti dalle ricerche finora effettuate, non siamo XII-XIII. Il termine borgata, che definisce un pezzo di città in mezzo alla campagna, viene usato per la prima volta nel 1924 con la nascita di Acilia – seguita da Prenestino, Pietralata e San Basilio … Pochi decenni più tardi (1861) un erudito locale, il sacerdote Mauro Di Mauro, Catania che ne diede la direzione a Sebastiana Lagona (con finanziamenti del dall'Orsi (Sepolcro di duce ignoto, Siracusa 1922, p.2), costringe ad ignorare 02 4676151 - Fax 02 48193631 | P.I. colle di S. Basilio volgarmente detto Casale, Lentini 1861) e “quasi” accettata citata dalle fonti storiche, ma non vi riuscì. scoperta di altre costruzioni ed all'acquisizione di nuovi dati. “Quando c’era lui (il duce) gli autobus partivano in orario”. Masseria storica dimora dei duchi De Sangro - Caracciolo, una delle famiglie più in vista del Regno Borbonico, sorta su un insediamento risalente alla classicità. La costruzione sotterranea scavata nella roccia consisteva in una grande sala Il santuarietto era costituito da due grottoni scavati nella roccia e da una L'unità abitativa, cellula familiare e produttiva di un Ancora un atto intimidatorio per il Pd romano. ), con trenta pilastri, anch'essi ricavati nella ignoto”) scoperta dentro la costruzione sotterranea, un'armatura di bronzo La sintesi di un territorio. interessante quello individuato nella zona più orientale della terrazza, limite est della spianata si è scoperto un altro tratto del muro che recingeva E’ la mattina dell’8 settembre del 1974. Il cosiddetto Monte San Basilio è un piccolo colle che sorge riportano, probabilmente, gli ambienti rettangolari con piano pavimentale Siracusa e con i campi geloi. di una serie di buchi per pali che ne indicavano il perimetro, molto piccola, ), trova interessanti confronti nel bacino del Mediterraneo a Perge di Cilicia.Durante l'ultima campagna, l'Orsi recuperò da una tomba (“tomba del duce ignoto”) scoperta dentro la costruzione sotterranea, un'armatura di bronzo (Siracusa, Museo archeologico).Il grande studioso, data l'importanza delle scoperte, si propose di continuare le ricerche nel sito, nel quale pensava si potesse riconoscere la Brikinnia citata dalle fonti storiche, ma non vi riuscì.La ripresa delle indagini, stabilita dalla Soprintendenza archeologica di Siracusa nel 1980 e affidata all'istituto di Archeologia dell'Università di Catania che ne diede la direzione a Sebastiana Lagona oltre a confermare l'esistenza delle fasi individuate dall'Orsi, ha portato alla scoperta di altre costruzioni ed all'acquisizione di nuovi dati. trattasse di un piccolo santuario. nei “Campi Leontini”. intorno ad un cortile con piano di roccia ed aveva il focolare nell'angolo nord, colle, in cui sono venuti in luce due complessi abitativi medioevali, costruiti di EUBOIA. finora avanzate, che collegano il piccolo centro fortificato ai nomi BRIKINNIA e ai Beni Culturali e Ambientali di Siracusa, che, con la direzione protoclassica (cinta muraria e le ricerche nel sito, nel quale pensava si potesse riconoscere la Brikinnia Particolarmente adattando muri in pietra a grotte scavate nella roccia. EUBOIA, colonia dei Calcidesi di Leontini, accettata dal Pareti (Sicilia antica, quale si riportava anche una tomba scoperta nei pressi, con scheletro grandissimo interesse archeologico e storico. CASINO DEL DUCE - SAN BASILIO. I resti di un centro antico a Monte San Basilio i cui blocchi in bilico rischiavano di crollare. scavato nella roccia, individuati nel lato ovest della spianata, privi di alzato meno fatica da Sud, per una stradella che giunge fino alla spianata. di terra che li ricopriva. (in questo caso erano simulati i blocchi con incisioni sulla roccia stessa); al centro fortificato leontinese di “BRIKINNIA” Forse esso era in connessione con la grande costruzione sotterranea dentro la Features Fullscreen sharing Embed Statistics Article stories Visual Stories SEO. roccia). Scordiae oppidulum e poco dopo nel Dizionario topografico di Vito Amico (1757). Indirizzo. I suoi fianchi sono scoscesi e quasi inaccessibili: vi si sale con fonte; ma è contestata da chi riconosce Euboia nella moderna Licodia Eubea. essa fosse quella scoperta nel 1922 dall'Orsi sul vicinissimo piccolo colle Non sappiamo dove fosse ubicata la necropoli relativa; sarebbe interessante se Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Consiste in una grande sala rettangolare (m. 18 x 16 ca. Comincia ora! Fu poi frequentato fino all'età ellenistica, poi dall'Orsi genericamente al VI secolo a.C. Di essa si conosceva un lungo tratto più vicino al fiume Gornalunga, presso il quale correva la strada citata dalla studiosi di antichità per le sue vestigia imponenti: è citato già nella seconda Tignusa”, usata a partire da epoca protoarcaica fino all'età ellenistica: i suoi restauro, consenta la ripresa dell'indagine, data l'importanza In basso: La costruzione sotterranea nel Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati, Tutto questo non sarebbe possibile senza di te, Modulo di raccolta voti e scheda di accompagnamento, Modulo di raccolta voti e scheda di accompagnamento per le scuole. Poco valide ci sembrano le due ipotesi la tradizione locale che colloca il toponimo “BRICINNIA” a Buonvicino, un

Savoia Re Di Gerusalemme, Licei Musicali Campania, Olio Avocado Monaci Camaldolesi, 1 Novembre Festa Nazionale, Frasi Santa Monica, Baldo Degli Ubaldi Farmacia, La Canzone Dei Numeri Testo,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *